La guerra addosso

agosto 25, 2014 § Lascia un commento

Sulla panchina del porto quando incontri i profughi siriani, vieni presa da un tremore, non sai bene perché ma è tangibile, sai. In quegli occhi, in quelle rughe, in quello sguardo, in quella dignità diritta retta, in quel saluto salvo, da salvati. In quel sorriso di quella bambina. La guerra è là, sulla panchina. Non c’è rumore né esplosioni né bombe, ma invisibilmente inesorabilmente nonostante la nostra cecità, la nostra complicità, in silenzio.
É arrivata là, su quella panchina, la coda finale estrema di quell’orrore, che loro si portano dentro intorno addosso. In cerchio intorno a loro come un’aura. Penetra. Tremi. Non sei più una cronista e non sai più scrivere parole. Avvicinarsi incontrare e parlare ad un profugo siriano è un esperienza totale corpo cuore emozioni. Fenomenologia paradossale, è la presenza dell’assenza o l’assenza della presenza. Guerra- Come se si aprisse una breccia nel reale, che diventa improvvisamente tridimensionale, come nei peggiori giochi video, abissi scavati nell’asfalto.
Silhouette nere – orizzonte di macerie, di rovine, di bombe sganciate, di razzi, di armi, di inutili trattati di pace mai veramente voluta di un’Occidente criminale di un mondo armato.
Tremi. Non hai parole. Vorresti solo scrivere, è un orrore quella guerra. Come facciamo ad accettarla? Ti tieni prezioso il tremore che senti solo a parlargli, solo a cercare ad immaginare. E la sensazione di freddo, di grida, di ingiustizia, di follia, che hai provato a loro contatto, il tremore, il disfacimento degli strati più interni delle cellule, degli organi, delle certezze – il disfacimento della vita – è nulla rispetto a quello che hanno sentito loro.
E che non puoi raccontare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La guerra addosso su FLOREMY.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: