Che fine ha fatto l’asilo politico?

ottobre 12, 2010 § Lascia un commento

Il figlio di Sakineh, Sajjad Ghaderzadeh e  il suo avvocato, Javid Hutan Kian sono stati arrestati domenica scorso a Tabriz. Proprio nella Giornata mondiale contro la pena di morte, Teheran alza il pugno di ferro. Un dettaglio però: entrambi avevano parlato a varie riprese dei rischi di essere arrestati, del pericolo avvertito sulla pelle: avevano chiesto asilo politico all’Italia, facendo appello al Premier. Forse si erano illusi, visto la grande mobilitazione in favore di Sakineh, che l’Italia fosse ancora un Paese civile che si piegasse alle convenzioni internazionale. La lettera disperata di aiuto è rimasta ignorata, nel assordante silenzio del Ministero degli Esteri. Oggi Sajjad e Javid sono già forse rinchiusi in una cella di cui non si esce, di sicuro dimenticati dal mondo. E’ proprio ora che bisogna continuare a fare pressione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Che fine ha fatto l’asilo politico? su FLOREMY.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: