Sinistra SOGNA

dicembre 23, 2008 § Lascia un commento

Dopo il congresso, tornano queste domande. Perché la sinistra non sembra più essere in grado di trasformare la società e noi come essere umani?

Pure essendo cruciale, il conflitto sociale (caro ad alcuni), la lotta alla precarietà, le manifestazioni, le nostre indignazioni, non sembrano più essere in grado di trasformare la società. E più grave e urgente, di sconfiggere la regressione umana e culturale allarmante di questi giorni, riassunto da Marco Revelli su Liberazione del 31 luglio, “una situazione (…) in caduta libera” con “l’emergere di un nuovo modello politico e culturale feroce”. Parla persino di “apocalisse culturale”.

Varie sono le analisi dominanti della sconfitta (per farla breve: governo Prodi, ciclo della storia, ondata di destra, ect..), ma non sarebbe un’altra “la ragione”?  Forse perché la sinistra non sogna e non fa più sognare, non sembra in grado di mandare “immagine”? Di proporre trasformazione sociale e umana.

La sinistra, chiusa in categorie razionali (lavoro, rapporti di produzione, etc…), non porta più avanti una proposta abbastanza “umana”, che parli all’individuo. E soprattutto, in grado di realizzare, al di là della semplice “gestione del capitalismo”, il suo compito reale: la liberazione delle nostre vite (depossedute dal dominio capitalista), e di rispondere ai nostri desideri universalmente umani di trasformazione e di libertà.

Forse di lì bisogna ripartire per costruire una sinistra nuova e trasformativa che ritorni vitale (come aveva intuito l’area Bertinottiana, senza osare formularlo esplicitamente, forse perché le parole di psiche, di ricerca umana e di creatività, terrorrizanno ancora una vecchia sinistra razionale (che pare abbia vinto questo Congresso).  

Intanto l’unica radicalità da praticare al quotidiano (fuori delle aree, correnti, ect…), é quella di una società basata su rapporti umani non violenti, liberi e di reciproca realizazzione.Cara sinistra perché non ti rimetti a sognare? E anche urgentissimo, perché come diceva Augusto Olivares, il compagno di lotta di Salvador Allende, “quando una società perde la sua capacità di sognare, ha perso tutto”.

@floremy 31/07/08, mandato a Liberazione il 2 Agosto, non pubblicato

 

Annunci

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Sinistra SOGNA su FLOREMY.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: